Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Camera: in commissione Finanze il Ddl del M5S su distanze e orari gioco

  • Scritto da Sm

In Commissione Finanze della Camera assegnato il Ddl del M5S su distanze e orari del gioco.

Assegnato in Commissione Finanze della Camera il Ddl di Matteo Mantero (M5S) ed altri su "Modifiche al decreto-legge 13 settembre 2012, n. 158, convertito, con modificazioni, dalla legge 8 novembre 2012, n. 189, e al testo unico di cui al decreto legislativo 18 agosto 2000, n. 267, in materia di limiti all’apertura di sale da gioco e di orari di funzionamento degli apparecchi per il gioco lecito". Chiesto il parere delle Commissioni I, II, V, VII, IX, X, XII, XIV e della Commissione parlamentare per le questioni regionali.

COSA SI PREVEDE - La proposta di legge prevede "che l’apertura di nuove sale gioco, slot e scommesse possa avvenire solo dietro formale richiesta al sindaco, che deve conferire l’autorizzazione - oggi invece in molti comuni è sufficiente una semplice Scia: segnalazione certificata di inizio attività. La Pdl - aggiunge il deputato M5S - intende anche offrire una sponda ai comuni che si trovino in Regioni dove non sono ancora vigenti leggi restrittive sull’azzardo, come quella relativa alle distanze minime dai luoghi sensibili (scuole, chiese, centri di aggregazione giovanile e centri anziani) per consentire l’apertura delle sale da gioco. Con la nostra proposta vogliamo dunque garantire distanze dai luoghi sensibili su tutto il territorio nazionale, la limitazione degli orari per l’apertura delle sale gioco e per il funzionamento degli apparecchi presenti in bar e tabacchi. I singoli sindaci potranno ovviamente intervenire rispetto alla normativa nazionale adottando misure maggiormente restrittive, adattandole alle caratteristiche e necessità del territorio di loro competenza", aveva affermato Mantero alcuni mesi fa.
Share