Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Consiglio Campania: 'Sì a mozione Pd, lavorare a nuova legge sul gioco'

  • Scritto da Redazione

Il consiglio regionale della Campania approva mozione del Pd per il varo di una nuova legge sul gioco, il commento della firmataria Antonella Ciaramella.

 

"In Consiglio abbiamo finalmente approvato la mozione a firma mia e del collega Gianluca Daniele che impegna il Consiglio ad approvare in tempi brevi la legge regionale di contrasto al gioco d'azzardo e la Giunta ad attivare l'osservatorio dedicato già previsto dall'attuale norma.
Ben 100 i miliardi sfumati in gioco In Italia e ben 10 miliardi solo in Campania, 4 miliardi in più dell'intero fondo nazionale per il reddito di cittadinanza!
Dopo questo impegno in aula, siamo tutti pronti a rendere concreto il lavoro di confronto e collaborazione con operatori virtuosi del settore, associazioni, Comuni, Asl e cittadini per una legge concreta e necessaria".

 

Così Antonella Ciaramella, consigliere regionale della Campania nelle file del Partito democratico, commenta l'approvazione nella seduta del Consiglio del 5 aprile della mozione presentata insieme al collega Gianluca Daniele, che impegna il consesso a "provvedere in tempi celeri all'approvazione di una legge regionale organica per prevenire e contrastare i rischi legati al gioco d'azzardo patologico prevedendo apposite misure che stabiliscano le distanze delle sale da gioco dai luoghi sensibili, gli orari di apertura e chiusura delle stesse".


“Stiamo lavorando con attenzione ed impegno perché è fondamentale introdurre una legge che gestisca e controlli i fenomeni connessi al gioco d’azzardo. Tra gli aspetti necessari vi è quello di armonizzare i regolamenti comunali relativi all’attività dei punti di raccolta del gioco pubblico, oltre che introdurre misure più efficaci che prevedano la prevenzione, la cura e la riabilitazione delle persone affette dai disturbi da gioco d’azzardo. Non trascurabile anche il divieto di gioco d’azzardo per i soggetti più vulnerabili e per i minori, in Campania, infatti, la percentuale di studenti giocatori è del 57 percento contro una media nazionale del 47,1 percento dei giovani, secondo i dati diffusi dal Garante per l’infanzia e l’adolescenza della Regione Campania”, conclude Ciaramella.
 
 
La stessa mozione impegna la giunta regionale a rendere operativo l'osservatorio regionale sulla dipendenza da gioco d'azzardo "per le funzioni attribuitegli nelle leggi regionali in vigore, eventualmente indicando le fonti di finanziamento per ridurre le spese operative attraverso specifici progetti".
 
Share