Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Campania, Daniele: 'Accordare limiti al gioco con tutela dei lavoratori'

  • Scritto da Fm

Il consigliere Pd della Campania Gianluca Daniele deposita nuova proposta di legge sul gioco, in tutto dal 2016 ad oggi ne sono state presentate sei.

In Campania si allunga la lista delle proposte di legge in materia di regolamentazione del gioco e contrasto al Gap.
L'ultima della serie è stata depositata al consiglio regionale oggi, 30 luglio, da Gianluca Daniele (Pd), insieme con il collega di partito Giovanni Chianese, con il titolo “Disposizioni in materia di prevenzione, contrasto e trattamento dei disturbi del gioco d'azzardo”.

"Considero questo un argomento molto importante, viste le ripercussioni che le patologie legate al gioco hanno sulle famiglie che ne sono impattate”, dichiara Gianluca Daniele, che prosegue: “Si tratta, infatti, di un fenomeno che può avere ripercussioni negative sulla popolazione e determinare costi sociali elevati. Da uno studio triennale dell’Istituto superiore di sanità,  i cui risultati sono stati presentati nel mese di ottobre 2018, è emerso che il 36,4 percento degli italiani (circa 18.450.000 persone) ha giocato almeno una volta nei 12 mesi antecedenti l’intervista. Di questi il 3 percento costituisce il novero dei giocatori 'problematici' che, pertanto, necessitano di apposite cure. Sembrerebbe una percentuale minima, ma parliamo di 1.500.000 persone e relative famiglie e si tratta di numeri in aumento. La proposta di legge sul gioco d’azzardo è particolarmente attenta alla prevenzione, attraverso l’ottimizzazione dell’attuale rete di offerta dei giochi tramite apparecchi da intrattenimento, alla tutela dei minori, alla formazione degli operatori di gioco organizzati dalle Asl per mezzo di personale appositamente destinato, alla limitazione delle nuove aperture di sale giochi e centri, il tutto con particolare attenzione alla salvaguardia dei lavoratori del settore. Lo scopo di questa legge dunque, -conclude Daniele – ha soprattutto finalità sociali”.
 

DUE PROPOSTE FRA MAGGIO E LUGLIO - La proposta di Daniele si aggiunge alle due depositate nelle scorse settimane, assegnate per l'esame congiunto alla V e VI commissione consiliare e per il parere alla III commissione: "Disposizioni per la prevenzione e il contrasto del gioco d'azzardo patologico e relativa tutela sanitaria, sociale ed economica delle persone affette e dei loro familiari", a firma dei consiglieri Stefano Graziano, Maria Antonietta Ciaramella e Mario Casillo, che vieta le nuove aperture di attività di gioco "ad una distanza dai luoghi sensibili inferiore a 150 metri dalle pareti degli edifici" e prevede la sospensione dell'attività di gioco di 8 ore giornaliere; "Disposizioni per la prevenzione e il contrasto del disturbo del gioco d'azzardo", ad iniziativa dei consiglieri Valeria Ciarambino, Vincenzo Viglione, Luigi Cirillo, Michele Cammarano, ,Tommaso Malerba, Maria Muscarà e Gennaro Saiello, con un distanziometro di 500 metri e limitazioni temporali all'esercizio del gioco tramite gli apparecchi per una durata non inferiore a sei ore distribuite nell'arco dell'orario di  apertura.
Entrambe poi prevedono corsi di formazione per i preposti di gioco, un Piano e un Osservatorio regionale sul Gap. Tali proposte sono state depositate dopo l'approvazione in Consiglio della mozione di Antonietta Ciaramella che lo impegnava "ad approvare in tempi brevi la legge regionale di contrasto al gioco d'azzardo e la Giunta ad attivare l'osservatorio dedicato già previsto dall'attuale norma". 
 
 

TRE PROPOSTE NEL 2016 - Le tre proposte fin qui citate si vanno a sommare a quelle depositate nel 2016: "Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico (Gap), nonché delle problematiche e delle patologie correlate. Disposizioni per il gioco consapevole e per la prevenzione della ludopatia", di Maria Grazia Di Scala, Flora Beneduce, Armando Cesaro, Ermanno Russo e Monica Paolino; "Norme sulla prevenzione e contrasto al fenomeno sociale del gioco d'azzardo" di Carlo Iannace, Vincenzo Alaia, Maria Ricchiuti, Carmine De Pascale, Maurizio Petracca e Alfonso Longobardi; "Norme per la prevenzione, il contrasto e il trattamento della dipendenza dal gioco d'azzardo patologico (Gap), nonché delle problematiche e delle patologie correlate" di Tommaso Amabile e Carlo Iannace.
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.