Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Senato, V commissione al lavoro su Manovra e regole su Awpr deferite

  • Scritto da Amr

In Senato proseguono i lavori della commissione Bilancio sulla Manovra, intanto deferite alle commissioni le regole tecniche sulle Awpr.

Anche se il testo sarebbe atteso in Aula oggi 3 dicembre, il disegno di legge 2020-2022 il testo è ancora all'esame della commissione Bilancio del Senato, che peraltro deve votare gli emendamenti relativi al gioco, quindi agli articoli 92 e 93, relativi al banco per le concessioni degli apparecchi e alla tassazione dele vincite. La stessa è convocata per le ore 19 di oggi, 3 dicembre.

Intanto, il Ministro per i rapporti con il Parlamento e la democrazia diretta, con lettere in data 15 e 20 novembre 2019, ha trasmesso la procedura di informazione, attivata presso la Commissione europea dalla Direzione generale per il mercato, la concorrenza, il consumatore, la vigilanza e la normativa tecnica del Ministero dello sviluppo economico, in ordine alla notifica 2019/0541/I relativa al “Progetto di regole tecniche di produzione degli apparecchi da intrattenimento di cui all’articolo 110, comma 6, lettera a), del Regio decreto 18 giugno 1931, n. 773 e successive modificazioni (Tulps) che consentono il gioco pubblico da ambiente remoto”. La predetta documentazione è deferita alla 6a e alla 14a Commissione permanente del Senato.

Ma il gioco è protagonista pure alla Camera: da oggi inizia l'iter in Aula di conversione in legge del decreto fiscale e delle sue numerose disposizioni sul gioco, dall'aumento del Preu alla proroga delle concessioni per bingo e scommesse, per proseguire con l'istituzione dell'obbligo per tutti gli operatori di gioco (ma quelli che offrono attività senza vincita in denaro sono stati esentati grazie a un emendamento approvato in commissione) a iscriversi al Ries. In commissione è stato anche approvato il rinvio della lotteria degli scontrini al 1° luglio 2020. Il governo dovrebbe essere intenzionato a chiedere la fiducia.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.