Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Libro Blu 2019, Adm: 'Raccolta gioco a 110,5 miliardi, all'Erario 11,4'

  • Scritto da Redazione

Presentato a Roma il Libro blu 2019 dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli: ecco tutti i dati relativi al gioco, che si conferma un settore fondamentale per l'Erario.

Un contributo all'Erario di 11,4 miliardi di euro, con una raccolta totale di 110,5 miliardi, di cui 74,1 (67,1 percento) derivanti dal gioco fisico e 36,4 (32,9 percento) dal gioco a distanza. Inoltre, sono state restituite vincite per 91,10 miliardi, mentre la spesa è stata pari a 19,45 miliardi.

Sono alcuni dei dati, riferiti al settore del gioco, che spiccano nella lettura del Libro blu 2019 dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, presentato oggi, venerdì 11 settembre, a Roma, con il direttore generale Marcello Minenna e gli interventi del presidente del Senato della Repubblica, Maria Elisabetta Alberti Casellati, il presidente del Consiglio dei ministri Giuseppe Conte, e il ministro dell'Economia e delle finanze Roberto Gualtieri.

Nel periodo di riferimento 2017-2019, tutte le dimensioni del settore del gioco hanno registrato un trend crescente in termini di valore: +8,64 percento per la raccolta, +10,08 percento per le vincite, +2,42 percento per la spesa e +10,68 percento per l’Erario. Il consistente incremento delle entrate erariali è trainato dal prelievo sugli apparecchi da intrattenimento che hanno portato, nel 2019, ad un aumento complessivo delle entrate erariali del 9,62 percento.
 
Restando sempre nel comparto del gioco pubblico, alla voce “apparecchi installati”, per il 2019 figurano 57.938 Vlt e 263.198 Awp. I comma 7 invece sono a quota 97.355.
Tra il 2015 e il 2019, il numero di apparecchi con vincita in denaro (Awp e Vlt) presenti in Italia ha subito una rilevante flessione. Il calo è dovuto all’applicazione dell’ articolo 1, comma 943 della Legge 28 dicembre 2015, n. 208 (Legge di Stabilità) e successive modifiche che ha imposto una riduzione del 30 percento degli apparecchi attivi in Italia.
 
Guardando alle entrate erariali del 2019 per tipologia di gioco, il 46,22 percento proviene dagli apparecchi Awp, il 17,24 percento dalle Vlt, il 12,89 percento dalle lotterie, il 10,53 percento dal Lotto, il 13,12 percento dai restanti tipi di gioco.
 
Nel capitolo “Controlli” il Libro Blu ricorda che nel triennio 2017-2019, il numero dei controlli a livello nazionale sugli esercizi in cui vi è offerta di gioco è diminuito dello 0,70 percento. L’imposta accertata nel 2019, è pari a 48,5 milioni di euro e conferma dell’attività di contrasto all’evasione delle imposte nel settore dei giochi, registrato già negli anni precedenti.
Nel 2019, in particolare, gli esercizi controllati sono stati 34.920.
Nel 2019 i tentativi di accesso a siti web illegali ammontano a 144,2 miliardi e sono stati inibiti 1.037 siti web irregolari. I risultati scaturiscono dall’azione di Adm che ha proseguito e rafforzato l’attività diretta all’implementazione degli strumenti di prevenzione del gioco patologico. In particolare, è stato avviato un programma di iniziative finalizzato a rendere più chiare e diffuse le informazioni all’utenza attraverso il sito internet di Adm, potenziando e arricchendo la pagina dedicata, dando risalto anche al numero verde nazionale per il sostegno alle persone in difficoltà con il gioco d’azzardo.
Nel complesso i siti inibiti sono aumentati del +70,79 percento rispetto al 2017, mentre, rispetto allo stesso anno, i tentativi di accesso a siti web irregolari sono diminuiti del 59,96 percento.
 
Di seguito, le tabelle riassuntive relative, fra l'altro, a raccolta e vincite, distribuzione territoriale della rete di vendita, regione per regione.
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
Share