Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Giunta Piemonte riduce Irap per aziende che assumono, gioco incluso

  • Scritto da Redazione

Sì della commissione Bilancio del Piemonte alla delibera di Giunta che riduce l'Irap alle aziende che assumono, l'assessore Tronzano evidenzia che ciò vale anche per il settore del gioco.

Valgono anche per le attività di gioco le riduzioni dell’Irap per alcune categorie oggetto di una nuova delibera della giunta regionale del Piemonte, che ha appena incassato il parere positivo della commissione Bilancio.

Ad anticiparlo a Gioconews.it è l'assessore al Bilancio e attività produttive Andrea Tronzano, da anni in prima in linea per garantire la tutela dell'occupazione nel settore del gioco, senza dimenticare quella sanitaria ovviamente.

La delibera – si legge in un comunicato diramato dal consiglio regionale - prevede la riduzione dello 0,92 percento dell’Irap per le aziende che da fuori regione si insediano in Piemonte e per le aziende di nuova costituzione. Agevolazioni, attraverso deduzioni sull’imponibile Irap, sono previste per le imprese che assumono personale a tempo indeterminato  o lavoratori stagionali,  o che stabilizzino contratti a tempo determinato.

 

“Non è una soluzione ai problemi delle aziende”, spiega Tronzano, “ma un segnale della direzione che intendiamo prendere per favorire gli insediamenti di nuove aziende e l’occupazione”.
 
Alla richiesta di Marco Grimaldi (Luv) di considerare tra i beneficiari delle agevolazioni Irap anche le aziende che da fuori Regione rilevano rami di aziende fallite in Piemonte, per garantire i posti di lavoro, gli uffici tecnici hanno risposto che dovrebbero essere comprese nel provvedimento.
Richieste di maggiori specificazioni su un articolo della delibera, al fine di evitare confusioni e necessità di ulteriori chiarimenti, sono venute da Davide Nicco (Fdi). Alberto Avetta (Pd) ha ricordato la proposta di legge del suo gruppo a favore dell’occupazione femminile. L’assessore al Bilancio ha risposto che lo spazio per le considerazioni finanziarie su questo tema è nel bilancio di previsione 2021, che dovrebbe essere esaminato nei prossimi mesi dal Consiglio regionale.
 
Nel frattempo, è atteso anche il ritorno in commissione delle due proposte di legge sul gioco a firma del Movimento cinque stelle e della Lega.
L'obiettivo della maggioranza di governo del Piemonte ormai è noto: togliere la retroattività della normativa vigente, con la volontà di tutelare la salute ma garantire gli investimenti fatti nella legalità.
 
Share