Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Verso Dl Ristori V, sì a scostamento di bilancio da 32 mld di euro

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Approvata dal consiglio dei ministri la richiesta di ulteriori 32 miliardi di indebitamento per varare un nuovo decreto Ristori.

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del presidente Giuseppe Conte e del Ministro dell’economia e delle finanze Roberto Gualtieri, ha approvato la Relazione al Parlamento redatta ai sensi dell’articolo 6 della legge 24 dicembre 2012, n. 243, da presentare alle Camere, ai fini dell’autorizzazione dell’aggiornamento del piano di rientro verso l’Obiettivo di medio termine (Omt).

Con la Relazione, sentita la Commissione europea, il Governo richiede, per l’anno 2021, l’autorizzazione al ricorso all’indebitamento per 32 miliardi di euro in termini di indebitamento netto delle amministrazioni pubbliche.

Le misure che il Governo si appresta ad adottare, in continuità con quanto già fatto nel 2020, hanno lo scopo di sostenere ulteriormente gli operatori economici, i settori produttivi e i cittadini maggiormente colpiti dagli effetti della pandemia da Covid-19.

Sono previsti stanziamenti destinati a interventi a tutela del lavoro, per il settore sanitario e in favore delle imprese che consentano di accelerare e potenziare la ripresa dell’attività economica, nonché ulteriori risorse per gli enti territoriali.

Si va dunque verso un Dl Ristori cinque (gli altri quattro erano stati accorpati), che dovrà tenere in considerazione pure le esigenze delle attività di gioco, tenendo presente che il Dpcm, i cui contenuti saranno annunciati ufficialmente oggi 15 gennaio, conferma la chiusura delle attività di gioco fino al 5 marzo.

Share