Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Mirabelli (Pd): 'Gioco, basta interventi solo in termini di entrate'

  • Scritto da Redazione

Il senatore del Pd Franco Mirabelli fa il punto sugli interventi legislativi in materia di gioco.

"Purtroppo non siamo riusciti a fare una legge complessiva sul gioco d’azzardo in questa legislatura e neanche in quella precedente, fermandoci ad un passo dall’ottenere il risultato".

Lo afferma, in un'intervista a Radio Immagina, il senatore del Pd Franco Mirabelli, che ricorda: "Alla fine della scorsa legislatura, infatti, eravamo arrivati ad un accordo Stato-Regioni per una legge che regolamentasse complessivamente il gioco. Eravamo arrivati molto vicini a farla. Il testo del disegno di legge di riordino del settore che ho ripresentato in questa legislatura riprende ciò che si era deciso nella Conferenza Stato-Regioni, dopo una lunghissima discussione, che ha visto anche il contributo delle associazioni che si occupano di gioco. Ad oggi, però, non siamo ancora riusciti a mettere la politica a misurarsi su questo tema".

E aggiunge: "Purtroppo, continuiamo a intervenire sul gioco solo in termini di entrate. C’è stato anche qualche provvedimento tampone ma poi in realtà, anche prima della pandemia, quasi tutti gli interventi guardavano al gioco d’azzardo come a un’occasione per aumentare il Preu, le tasse e, quindi, le entrate dello Stato.
È evidente che non si può tentare di abbassare l’offerta e la domanda di gioco e contemporaneamente pretendere che da questo settore arrivino sempre più soldi allo Stato. Bisogna fare, quindi, una legge di riordino, sapendo però che il presupposto è quello di ridurre di molto le aspettative di entrate per lo Stato da questo settore", conclude.

Share