Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco, richiesta di accertamento per la carica di Angela Colmellere

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Anche la carica di Angela Colmellere tra quelle segnalate da Felice Maurizio D'Ettore alla Giunta plenaria del Parlamento per accertarne la compatibilità con il mandato parlamentare. 

Il coordinatore del Comitato per i profili attinenti alle incompatibilità, Felice Maurizio D'Ettore, segnala alla Giunta plenaria parlamentare la necessità di accertare la compatibilità con il mandato parlamentare di alcune cariche, tra le quali quella di Angela Colmellere, attuale presidente del Tavolo di coordinamento interistituzionale sul gioco d’azzardo, Ulss 2 Veneto.

Nell'ambito dell'esame delle cariche ricoperte dai deputati ai fini del giudizio di compatibilità con il mandato parlamentare, D'Ettore, in qualità di coordinatore del Comitato, ha segnalato la cessazione di alcune cariche, e proposto alla Giunta di procedere con l'accertamento della compatibilità con il mandato parlamentare per altri deputati, tra i quali Andrea Mandelli, componente del Consiglio superiore di sanità, Roger De Menech, presidente del Comitato paritetico per i fondi dei comuni confinanti, Mirco Badole, componente della Commissione provinciale di Belluno per determinare l’indennità di espropriazione, Maria Teresa Bellucci, membro effettivo del Consiglio nazionale del Terzo Settore del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, e Angela Colmellere, componente del Tavolo operativo interistituzionale sulla violenza domestica e lo stalking, e presidente del Tavolo di coordinamento interistituzionale sul gioco d’azzardo dell' Ulss 2 ex distretto Ulss 7 Veneto.

Al momento restano da individuare i dettagli di queste segnalazioni che D'Ettore indica comunque riferite all'art. 1 della legge n. 60 del 1953, secondo il quale i membri del Parlamento non possono ricoprire cariche o uffici di qualsiasi specie in enti pubblici o privati, per nomina o designazione del Governo o di organi dell'amministrazione dello Stato, salvo alcuni casi specifici che evidentemente, stando all'analisi del Comitato, non rientrano tra quelli elencati.

Share