Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Iv in Senato: 'Gioco, mancata riapertura crea solo incertezza'

  • Scritto da Redazione GiocoNews

Una mozione di Iv in Senato impegna il Governo a rivedere le limitazioni prevedendo immediate riaperture per gioco e luna park.

"Intere categorie di operatori economici, come quelli attivi nell'organizzazione di matrimoni, nel settore del gioco e dei luna park, vivono nella più completa, quanto immotivata, incertezza rispetto alla loro possibilità di ripartire nel breve periodo".

Lo sottolineano i senatori di Italia dei Valori, Davide Faraone, Laura Garavini, Giuseppe Luigi Salvatore Cucca, Daniela Sbrollini, Francesco Bonifazi, Valeria Sudano, Leonardo Grimani, Riccardo Nencini (e con loro Andrea Causin del Gruppo misto), in una mozione che impegna il Governo a fare il possibile sin da subito per il ritorno alle normali attività.

"Quando per la prima volta si ricorse alle chiusure - questo l'incipit della mozione - come misura di contenimento del virus, la decisione venne presa con la consapevolezza delle inevitabili conseguenze economiche e sociali che ne sarebbero derivate. Danni, tra i quali si annoverano un crollo del Pil 2020 stimato a 156 miliardi di euro e un aumento di un milione di italiani tra i pazienti che usufruiscono dei servizi di cura per la salute mentale".

Ma se da un lato a gravare su ogni nuova decisione riguardante la chiusura delle attività vi sono questi e altri dati, continuano i senatori, "dall'altro a rendere obbligatoriamente più rigorose le valutazioni di necessità e proporzionalità sottostanti tali provvedimenti, vi è la più approfondita conoscenza del virus, un nemico che oggi si può meglio prevedere e contrastare, grazie, tra gli altri, agli incredibili progressi della scienza in questo ambito, agli investimenti nel settore sanitario, alla disponibilità su larga scala dei dispositivi di protezione individuale e al sistema di tracing".
 
Considerando che "alla luce dei protocolli precedentemente strutturati, appare ingiustificata l'esclusione di alcuni settori economici dalle aperture attualmente disposte (dal decreto-legge del 22 aprile 2021, n. 52), come nel caso delle palestre e degli sport al chiuso, o da quelle previste per i mesi a venire", che lasciano "intere categorie di operatori economici, come quelli attivi nell'organizzazione di matrimoni, nel settore del gioco e dei luna park, nella tanto completa quanto immotivata incertezza rispetto alla loro possibilità di ripartire nel breve periodo", la mozione chiede al Governo di prendere immediati provvedimenti.
 
In particolare i senatori firmatari impegnano il Governo a rivedere le limitazioni agli spostamenti e le disposizioni per quarantena assieme alle misure inerenti al coprifuoco, attesa la scarsa reale efficacia del medesimo nel contenimento della diffusione dei contagi. Ma nel contempo la mozione chiede al Governo anche di "prevedere l'immediata riapertura di tutte quelle attività che ad oggi risultano ancora chiuse per motivi legati alla pandemia, nel rispetto degli standard di sicurezza sanitaria oggettivamente verificabili e comprovabili", e "adottare opportune iniziative affinché i centri commerciali e gli outlet possano tornare a svolgere correttamente ed integralmente la propria attività, anche nel fine settimana". E, quarto e  ultimo punto, "potenziare e velocizzare le operazioni per il rilascio del "green pass" in particolare nei confronti di coloro che hanno già contratto il virus, nonché nei confronti di coloro che hanno correttamente concluso il ciclo vaccinale".
Share