Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Nuovo Dl green pass: obbligo per tutti i lavoratori di pubblico e privato

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Via libera in consiglio dei ministri al nuovo Dl che estende l'obbligo vaccinale, le misure previste anche per i lavoratori del settore gioco.

Confermando le anticipazioni, il consiglio dei ministri di oggi, 16 settembre, ha approvato il nuovo decreto legge che estende l'obbligo di green pass, in vigore, per i clienti di sale giochi, bingo, scommesse e casinò dallo scorso 6 agosto, anche per tutti i dipendenti del settore pubblico e privato.

Il testo è stato approvato all'unanimità e prevede che il nuovo obbligo decorra dal prossimo 15 ottobre. Il green pass sarà obbligatorio anche per chi lavora occasionalmente e per i possessori di Partite Iva.

LE DISPOSIZIONI PER IL LAVORO PRIVATO

 

Sono tenuti a possedere e a esibire su richiesta i Certificati Verdi coloro che svolgano attività lavorativa nel settore privato.

DOVE SI APPLICA - Il possesso e l’esibizione, su richiesta, del Certificato Verde sono richiesti per accedere ai luoghi di lavoro.

I CONTROLLI E CHI LI EFFETTUA - Come per il lavoro pubblico, anche per quello privato sono i datori di lavoro a dover assicurare il rispetto delle prescrizioni. Entro il 15 ottobre devono definire le modalità per l’organizzazione delle verifiche. I controlli saranno effettuati preferibilmente all’accesso ai luoghi di lavoro e, nel caso, anche a campione. I datori di lavoro inoltre individuano i soggetti incaricati dell’accertamento e della contestazione delle eventuali violazioni.

LE SANZIONI - Il decreto prevede che il personale ha l’obbligo del Green Pass e, se comunica di non averlo o ne risulti privo al momento dell’accesso al luogo di lavoro, è considerato assente senza diritto alla retribuzione fino alla presentazione del Certificato Verde. Non ci sono conseguenze disciplinari e si mantiene il diritto alla conservazione del rapporto di lavoro.

È prevista la sanzione pecuniaria da 600 a 1500 euro per i lavoratori che abbiano avuto accesso violando l’obbligo di Green Pass.

Per le aziende con meno di 15 dipendenti, è prevista una disciplina volta a consentire al datore di lavoro a sostituire temporaneamente il lavoratore privo di Certificato Verde.

I GUARITI - Altra novità prevista nel decreto, è che guariti dal Covid non dovranno più attendere 15 giorni dalla prima dose di vaccino anti Covid per avere il green pass ma lo otterranno subito dopo la prima somministrazione.

I TAMPONI - Quanto ai tamponi per ottenere la certificazione verde, saranno a carico dei lavoratori ma si va verso un obbligo generalizzato per le farmacie di praticare prezzi calmierati per i tamponi. Il costo fino al 31 dicembre sarà di 8 euro per i minorenni, 15 euro per i maggiorenni.

Share