Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Dal Cdm sì a legge VdA, stop ad agevolazioni Irap No slot

  • Scritto da Redazione

Il Consiglio dei ministri non impugna Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale 2022 della Valle d'Aosta, che ha abrogato la riduzione dell'Irap per gli esercizi No slot.

C'è anche la legge della Regione Valle Aosta n. 3 del 28/04/2022 “Legge di manutenzione dell’ordinamento regionale per l’anno 2022 e disposizioni urgenti” fra quelle non impugnate dal Consiglio dei ministri, nella seduta del 22 giugno.

Come si ricorderà, tale legge comprende alcune misure anche in materia di gioco.

Il testo, che si compone di 34 articoli, al numero 17 focalizza l'attenzione sulle agevolazioni Irap per il contrasto della ludopatia, che vengono abrogate.

COSA PREVEDE L'ARTICOLO 17 - Nell’articolo 17, al comma 1, infatti si legge. “In particolare, sono abrogati i commi 2 e 3 dell’articolo 40 della legge regionale 11 dicembre 2015, n. 19 (Legge finanziaria per gli anni 2016/2018), in quanto la predetta agevolazione risulta superata e implicitamente abrogata dalla normativa sopravvenuta”, si legge nel testo.

I commi in questione recitavano, nella formulazione originaria, la seguente disposizione. "2. A decorrere dal periodo di imposta in corso al 1° gennaio 2016, ai soggetti che conseguono il marchio regionale 'Slot-Free Regione autonoma Valle d'Aosta', di cui all'articolo 9 della l.r. 14/2015, si applica una riduzione dell'aliquota dell'Irap dello 0,46 percento per tre periodi di imposta a decorrere dal periodo di imposta in cui è conseguito il suddetto marchio regionale.
3. L'agevolazione di cui al comma 2 è concessa per una sola volta, ai sensi e nei limiti stabiliti dalla normativa europea in materia di aiuti in regime de minimis".
La legge per il 2022 quindi evidenzia: “Tuttavia, al fine di offrire maggiore chiarezza al contribuente, che potrebbe invocare l’agevolazione fiscale in questione, risulta opportuno abrogare espressamente le disposizioni che non sono più in linea con le scelte operate negli anni dal legislatore nella materia in questione. Il comma 2, invece, inserisce, dopo il comma 1 dell’articolo 3 della legge regionale 22 dicembre 2021, n. 37 (Disposizioni collegate alla legge di stabilità regionale per il triennio 2022/2024. Modificazioni di leggi regionali e altre disposizioni), il comma 1bis al fine mantenere il regime di esenzione già previsto per le Aziende pubbliche di servizi alla persona (Asp), fino alla data di entrata in vigore del registro unico nazionale del Terzo settore (Runts). Successivamente, il Runts, previsto dal d.lgs. 117/2017, è diventato operativo a partire dal 23 novembre 2021, di talché dal 1° gennaio 2022 non è più prevista, in ambito regionale, l’esenzione Irap per le Asp. Al fine di mantenere la predetta esenzione, si rende pertanto necessaria la modificazione della norma in argomento”.
Il provvedimento inoltre riconosce il gioco della morra, fatti salvi i divieti previsti dalla normativa vigente, nell’ambito dei giochi appartenenti alla tradizione valdostana, come auspicato dalla "Federachon Esport de Nohtra Tera".
 
Share