Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Gioco, Pastorino (Sts): 'Necessaria regolamentazione più chiara'

  • Scritto da Dd

Il presidente di Sts Giorgio Pastorino sottolinea come l'interno settore del gioco sia alla ricerca di una nuova sostenibilità, il saluto di Picardi al Lottomatica Talk di Firenze.

"Bisogna trovare una regolazione più chiara, che dia una certezza a chi vuole investire nella tutela di tutti gli aspetti". Così Giorgio Pastorino, presidente nazionale del Sindacato totoricevitori sportivi, nel suo intervento che introduce il Lottomatica Talks di Firenze sul tema "Gioco pubblico, responsabilità e tutela dei consumatori", realizzato a Palazzo Capponi, in Lungarno Guicciardini numero 1, per la seconda iniziativa di un tour che, dopo Trento, ad aprile, e dopo l'evento odierno nel capoluogo toscano, toccherà nei prossimi mesi numerose altre città italiane per parlare insieme ai relatori di sicurezza, contrasto all’illegalità e tutela dei giocatori.

Prima di Pastorino, nel corso del saluto introduttivo, Andrea Picardi, external communication senior manager di Lottomatica, spiega che "il motivo di questo roadshow è già nel titolo", aggiungendo che "obiettivo di Lottomatica è creare in ogni città un momento di confronto franco, aperto, tra tutti i soggetti del territorio ma anche tra chi lavora nel mondo del gioco, con la speranza che possa essere un momento di arricchimento per tutti". L'incontro di Firenze, infatti, come accennato, è la seconda tappa dei LottomaticaTalks, un progetto che mira a rafforzare il dialogo tra il mondo delle istituzioni, degli enti locali e degli attori sociali del territorio da un lato e i principali soggetti del settore del gioco pubblico dall’altro e a evidenziare l’assoluta centralità in tal senso dei temi della legalità, della responsabilità e della tutela dei consumatori.

"Un incontro importante", continua Pastorino, "che serve a far conosce un po’ meglio un settore che coinvolge decine di migliaia di aziende, importanti per lo Stato e per l'Erario, che hanno investito molto in un prodotto che, lo ricordiamo, è legale. L’obiettivo di chi lavora nel gioco è quello di portare un cliente all’interno della propria attività, accogliendolo e facendolo divertire, evitando che ci siano eccessi".

"Il settore del gioco è alla ricerca di una nuova sostenibilità. È chiaro che per fare questo percorso ci vuole un grande sforzo da parte di tutti. Bisogna trovare una regolazione più chiara, che dia una certezza a chi vuole investire nella tutela di tutti gli aspetti, compreso anche del mercato che cambia velocemente". 

"Ricordo che ho iniziato a giocare con la schedina del Totocalcio, mentre oggi con uno smartphone chiunque può giocare a qualsiasi cosa. Questo è il punto, tutto va guardato in maniera globale".

Share