Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Green pass, fioccano le multe per sale gioco e clienti 'distratti'

  • Scritto da Daniele Duso

Negli ultimi giorni multe a Milano e a Pordenone. Ma se per i clienti c'è solo la sanzione, sono i titolari degli esercizi a rischiare di più.

Gli ultimi casi di clienti ed esercenti "distratti" si sono registrati a Milano e a Pordenone a Ferragosto. Contando forse nel fatto che la festività facesse diradare i controlli, i furbetti sono entrati all'opera, tornando a casa con una vincita sicuramente poco gradita: una sanzione per non aver potuto mostrare la certificazione verde al momento del controllo. Ma se per i clienti c'è "solo" la sanzione, sono i titolari degli esercizi a rischiare di più: dopo il terzo "sgarro", infatti, si chiude

È accaduto in via Vitruvio a Milano, dove assieme ad un cliente è stato multato anche il titolare di una sala scommesse. Stando a quanto riferito dalla questura lo scommettitore era infatti entrato nel locale senza avere con sé il green pass, che ricordiamo è obbligatorio dal 6 agosto scorso, e il gestore non si è minimamente preoccupato di fermarlo all'ingresso. Così per entrambi sono scattate le sanzioni previste dal Dl 105 del 23 luglio scorso, che vanno da un minimo di €400 ad un massimo di 1000.

Sanzioni analoghe anche a Pordenone, dove il personale della questura nel pomeriggio di Ferragosto ha proceduto al controllo di una sala slot annessa un bar cittadino. All'interno del locale hanno individuato due persone intente a giocare le quali, alla richiesta degli agenti, non sono state in grado di mostrare la certificazione verde, non essendone in possesso. Accertata la violazione al decreto legge gli agenti hanno potuto far altro che sanzionare i due avventori, oltre al titolare del pubblico esercizio, che non ha controllato i due clienti all'ingresso.

Share