Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Sospetti su Cagliari-Frosinone, Cagliari calcio: 'Noi parte lesa'

  • Scritto da Redazione

Il quotidiano spagnolo El Pais ventila combine della partita Cagliari-Frosinone, il Cagliari calcio esprime la sua totale estraneità ai fatti.

Il Cagliari Calcio ha appreso con stupore da organi di stampa di essere stato menzionato quale parte lesa riguardo alla vicenda legata ad un presunto illecito all’interno del filone di indagini denominato 'Oikos' riferito ad episodi di calcio scommesse del campionato spagnolo. Il Club, citato in una partita oggetto di indagine come parte lesa, esprime la sua totale estraneità a questi presunti avvenimenti, diffidando chiunque dal citare e/o associare agli stessi, in maniera non opportuna, il nome della Società, con riserva di tutelare l’immagine e l’onorabilità del Club in ogni sede”.

 

Non lascia spazio a interpretazioni dubbie il comunicato con cui il Cagliari calcio, militante nella Serie A italiana, risponde alle accuse dal quotidiano spagnolo El Pais, circa una sospetta combine del risultato della partita della Serie A Cagliari-Frosinone del 20 aprile, vinta per 1 a 0 dai padroni di casa.
 
 
Secondo i documenti pubblicati da El Pais, il rapporto della polizia dimostrerebbe che l'ex calciatore spagnolo Carlos Aranda, uno dei presunti artefici della truffa, ha puntato sulla vittoria del Cagliari e ha vinto.
 
 
La Serie A, la prima divisione italiana, entra nel radar degli investigatori per via di una conversazione mantenuta lo scorso 2 aprile tra Aranda e Mattia Mariotti, italiano, uomo di fiducia dell'ex calciatore, che in una telefonata intercettata dal microfono installato dalla polizia nell’automobile parla di un incontro con il delegato e alcuni giocatori della squadra di Frosinone e dell'intenzione di proporre un accordo sul risultato.
 
 
Secondo quanto riportato da El Pais inoltre “esistono chiari indizi sul fatto che Carlos Aranda abbia scommesso su questa partita attraverso una dipendente del suo locale di scommesse, Ana”, a cui aveva inviato su WhatsApp “le scommesse che voleva fare, cercando di non dichiarare esplicitamente le partite di cui si trattava”.
 
 
Il 20 aprile, al 27esimo minuto della partita Cagliari-Frosinone, i sardi segnano un rigore, dopo che il terzino destro del Frosinone, Francesco Zampano, ha travolto un attaccante. “Nel momento preciso in cui la squadra locale ha segnato”, riporta il report di polizia pubblicato dal quotidiano spagnolo, Aranda “chiama con urgenza” la sua dipendente. “Carlos gli chiede se ha puntato i 1.000 euro. Ana dice di sì. E Carlos Aranda gli dice che stanno vincendo”, riassumono gli agenti. La partita si è conclusa con quel 1-0 con il quale Aranda vince la sua scommessa.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.