Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Chiusura gioco e aumento illegalità, il 26 focus con Baretta e Razzante

  • Scritto da Redazione

Il 26 febbraio in streaming su Zoom l'incontro 'In nome della legalità - Senza regole non c’è gioco sicuro', con l'ex sottosegretario Baretta e il professor Razzante, esperto di antiriciclaggio.


Ormai, non c'è giorno che forze dell'ordine e Agenzia delle dogane e dei monopoli non scoprano nuovi casi di gioco illegale. Un fenomeno "esploso" in concomitanza con il perdurante blocco delle attività legali, in ossequio ai vari Dpcm di contenimento del Covid-19, e per il quale urge trovare soluzione.

Il tema sarà al centro dell'incontro in streaming "In nome della legalità - Senza regole non c’è gioco sicuro" in programma venerdì 26 febbraio alle ore 11 sulla piattaforma Zoom.

All'incontro, al quale è possibile partecipare collegandosi tramite questo link interverranno: Riccardo Pedrizzi, giornalista, scrittore e presidente Commissione Finanze e Tesoro del Senato (2001-2006); Ranieri Razzante, docente di “Intermediazione finanziaria e legislazione antiriciclaggio” dell’Università di Bologna e presidente Aira - Associazione italiana responsabili antiriciclaggio; Domenico Faggiani, responsabile Coordinamento nazionale problematiche del gioco pubblico Anci, responsabile per le problematiche del gioco pubblico e il contrasto alle ludopatie Ali Lazio, componente Osservatorio Gap Regione Lazio; Pier Paolo Baretta, sottosegretario di Stato al ministero dell'Economia e delle finanze nei Governi Conte II, Letta, Renzi e Gentiloni; Marco Zega, direttore Amministrazione, Finanza e Affari Istituzionali Codere Italia.

 

Share