Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Lechiara (Betsson): 'Nuovo modo di comunicare e fare intrattenimento'

  • Scritto da Redazione GiocoNews.it

Il manager di Betsson Group per l'Italia racconta la strategia seguita dall'azienda per comunicare in seguito al divieto di pubblicità del gioco introdotto dal decreto Dignità.

 

“In seguito del divieto di pubblicità per giochi e scommesse, introdotto in Italia con il Decreto Dignità, gli operatori hanno dovuto rimettere in discussione quanto fatto fino ad allora. A mio giudizio il divieto si è rivelato un’opportunità per gli operatori per fare qualcosa di diverso rispetto a prima”. A parlare è Pietro Lechiara, Managing Director Italy di Betsson Group, intervenendo all’Sbc Digital Italy, che spiega: “Non che io sia favorevole al divieto, tuttavia ma va detto che prima di quel momento gli annunci pubblicitari in alcuni casi erano troppo aggressivi, soprattutto attraverso i bonus, gli operatori erano in competizione tra loro per chi offriva il bonus più vantaggioso per catturare i clienti. Ora le aziende devono trovare il modo andare avanti, cercando altri modi di comunicare con i clienti e sollevare l’interesse dei giocatori verso l’intrattenimento”.
“Siamo di fronte a una sfida importante, soprattutto in un momento così delicato a causa della pandemia e dei conseguenti lockdown, ma come StarCasinò abbiamo sempre cercato di distinguerci dagli altri e di creare un nuovo modo di comunicare e di fare intrattenimento. Come ad esempio creando il brand Starcasinò Sport. La nostra forza è dare maggiore importanza all’intrattenimento attraverso i media, ovvero pubblichiamo soprattutto video con contenuti esclusivi, in cui vi sia interazione tra tifosi e protagonisti dello sport, come giornalisti e influencer. Quello che offriamo è una nuova esperienza di intrattenimento legato allo sport. Siamo cresciuti nel mercato grazie ad accordi con club come Juventus, Milan e Atalanta ma poi abbiamo iniziato ad agire diversamente rispetto agli altri operatori, attraverso esperienze non legate ad offerte commerciali, ma con attività molto apprezzate di taglio più sportivo. Abbiamo investito molto, ma abbiamo una visione a lungo termine”. Secondo Lechiara il futuro dell’industria del gaming “passa dall’intrattenimento e dall’innovazione”. Imponendo agli operatori di offrire nuovi servizi ai clienti: “abbiamo tutte le abilità per poterlo fare”, conclude.

 

Share