Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Green pass e gioco, Adm: 'Sanzioni per chi rifiuta presentazione'

  • Scritto da Amr

L'Adm mette a punto un manuale operativo sui controlli che i propri ufficiali e agenti di polizia giudiziaria eseguono in materia di obbligo di green pass nelle sale giochi.


Un manuale per agevolare i controlli nelle sale giochi da parte del suo personale e al fine di verificare, appunto, l'ottemperanza dell'obbligo, previsto dal 6 agosto scorso, di green pass per accedere alle sale.

Lo ha messo a punto il Gruppo Operazioni dell'Agenzia delle dogane e dei monopoli, di cui è responsabile Stefano Saracchi. Il documento tecnico è allegato alle quattro direttive diramate dal direttore generale dell'Agenzia, Marcello Minenna, nelle materie di competenza dell'Amministrazione finanziaria: giochi, tabacchi, accise e dogane. Le direttive sono finalizzate a fornire le istruzioni operative al personale che di fatto sta facendo e farà i controlli sul nuovo obbligo.

Nell'ambito delle ordinarie attività di ispezione e verifica, quindi, il personale Adm dovrà controllare anche il rispetto della normativa sul green pass, un obbligo cui sono soggetti anche gli avventori di eventuali punti ristoro con posti seduti che si dovessero trovare all'interno dei locali dedicati al gioco o comunque nelle attività soggette alle verifiche di competenza dell'Agenzia.

Il manuale prevede, tra l'altro, che “Tutte le volte in cui un dipendente dell’Agenzia dovesse eseguire un accesso o un’attività di verifica ispettiva presso un punto di raccolta del gioco indicato dal Decreto Legge, dovrà verificare anche l’adempimento dell’obbligo di vaccinazione a cura dell’avventore fisicamente presente in sala”.

Ai dipendenti dell'Agenzia è prescritto di indossare l'abbigliamento operativo così da agevolare il riconoscimento della qualifica degli operanti e si prevede che, una volta entrati all’interno dei locali, il Capo Verifica, si presenterà al titolare o al rappresentante legale dell’attività commerciale ovvero ad un suo sostituto, qualificandosi mediante l’esibizione delle tessere personali di riconoscimento.

Ancora, durante l’adempimento della verifica e dell’accesso da eseguirsi secondo le canoniche modalità operative, gli operatori Adm, avendo avuto cura di installare, prima dell’avvio delle attività, sul proprio cellulare smartphone, l’applicativo per la verifica del codice a barre bidimensionale, verificheranno la presenza di persone in sala non munite dell’apposita certificazione "Green Pass".

Qualora dovessero riscontrare nei locali ispezionati durante l’accesso e riferibili al sistema delle attività di sale gioco, sale scommesse e sale bingo o ad esse connesse, la presenza di soggetti non muniti di Green Pass, provvederanno a redigere il Processo Verbale di Constatazione nel quale verranno riportate le violazioni riferibili agli articoli di legge indicati per il mancato possesso del Green Pass al soggetto controllato.
E se uno dei soggetti controllati si rifiuterà di presentare il documento per accertare la congruenza con il Green pass, Adm procederà "alla denuncia alla Procura competente".

 

 

Share