Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Calendario contribuente: gioco, le scadenze di fine agosto e settembre

  • Scritto da Redazione

Il mese di agosto è ormai agli sgoccioli, e quello di settembre sta per cominciare, quindi occhio alle scadenze previste dal calendario del contribuente per gli operatori di gioco.


Finisce agosto e inizia settembre, ed è nuovamente tempo di fare i conti con il calendario del contribuente pubblicato dall'Agenzia delle dogane e monopoli e le scadenze previste per gli operatori di gioco.
Ecco quelle in programma nelle prossime settimane.

Innanzitutto, il 31 agosto è il termine di versamento dell’imposta unica per tutti i concessionari per l’esercizio a distanza dei giochi pubblici per le scommesse ippiche (Ippica d’agenzia) e le scommesse su eventi diversi dalle corse dei cavalli (scommesse sportive a quota fissa), scommesse su eventi virtuali, scommesse a interazione diretta tra giocatori (cosiddetto betting exchange) per il periodo gennaio-aprile 2021 e del “Fondo salva sport”, dovuto dai concessionari del gioco pubblico, anche a distanza, ai sensi dell’ articolo 217, comma 2, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34, convertito dalla legge 17 luglio 2020, n. 77 per il periodo 1 gennaio 2021-30 aprile 2021.

Nello stesso giorno scadono i termini per il versamento dell’imposta unica sulle scommesse ippiche, sulle scommesse diverse dalle corse dei cavalli e sulle scommesse su eventi simulati riferita al primo quadrimestre dell’anno da parte di tutti i concessionari abilitati alla raccolta in rete fisica (art. 39, comma 12 bis del D.L. 29 dicembre 2011, n. 216 convertito con L. 24 febbraio 2012, n. 14) e quello della quota pari allo 0,5 per cento del totale della raccolta delle scommesse relative ad eventi sportivi di ogni genere, anche in formato virtuale, effettuate in qualsiasi modo e su qualsiasi mezzo, sia online, sia tramite canali tradizionali al netto della quota riferita all’imposta unica di cui al decreto legislativo 23 dicembre 1998, n. 504 riferita al quadrimestre gennaio – aprile 2021 (articolo 217, comma 2, del decreto legge 19 maggio 2020, n. 34).

Venendo al mese di settembre, entro il 5 bisogna versare il saldo mensile sulle scommesse ippiche d’agenzia per tutti i concessionari abilitati alla raccolta (determinazione direttoriale n. 7077 del 30 dicembre 2015 come modificata dalla determinazione direttoriale n. 8738 del 18 gennaio 2018), ed entro il 9 il saldo mensile unificato dato dalla somma del saldo mensile dei concorsi pronostici e delle scommesse a totalizzatore, riferito al mese di agosto, per tutti i concessionari abilitati alla raccolta (determinazione direttoriale n. 7077 del 30 dicembre 2015 come modificata dalla determinazione direttoriale n. 8738 del 18 gennaio 2018) e il saldo mensile sulle scommesse ippiche nazionali, riferite al mese di agosto, per tutti i concessionari abilitati alla raccolta (determinazione direttoriale n. 7077 del 30 dicembre 2015 come modificata dalla determinazione direttoriale n. 8738 del 18 gennaio 2018).

Nella seconda metà del mese da tenere d'occhio è il 16, con la scadenza del termine di versamento dell'imposta unica sui Giochi di abilità a distanza inclusi i giochi di carte organizzati in forma di torneo e sui Giochi di sorte a quota fissa e giochi di carte organizzati in forma diversa dal torneo e sul bingo a distanza per agosto 2021, delle vincite prescritte e dei rimborsi non riscossi, riferiti al mese di agosto, relativi alle scommesse diverse dalle corse dei cavalli e alle scommesse su eventi simulati, da parte di tutti i concessionari abilitati alla raccolta in rete fisica (decreto del ministero dell’Economia e finanze 1 marzo 2006, n.111; Dpr 8 marzo 2002, n. 66).

Infine, il 30 settembre è il termine ultimo per la presentazione dei rendiconti amministrativi del secondo quadrimestre dell’anno relativi alle scommesse ippiche, ai concorsi pronostici, alle scommesse a totalizzatore e alle scommesse ippiche nazionali, da parte di tutti i concessionari abilitati alla raccolta (art.13 del decreto direttoriale n.2009/37249/giochi/Gst in data 8 ottobre 2009).
 
Share