Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Colombia: lega calcio propone sostegno ai club attraverso il betting

  • Scritto da Vincenzo Giacometti

L'organizzazione che gestisce le competizioni calcistiche in Colombia propone di finanziare i club in tempi di emergenza attraverso il contributo delle scommesse.


La División Mayor del Fútbol Colombiano - meglio conosciuta come Dimayor - l'entità incaricata di gestire i tornei professionistici di calcio in Colombia, ha proposto al presidente della Repubblica, Iván Duque, la possibilità di contribuire al mantenimento dell'economia delle squadre di calcio locali, attraverso il contributo delle società di giochi e scommesse.

Tenendo conto dell'emergenza in cui si trovano le società sportive, mentre la Betplay League 1-2020 (la Massima divisione colombiana, che prende il nome proprio da uno sponsor di scommesse) è ancora sospesa, per i club si presenta il problema di dover far fronte alle perdite economiche dovute all'assenza di partite. 

La Federazione colombiana di calcio, del resto, ha già contribuito con 11.000 milioni di pesos destinati alle squadre della Dimayor per far fronte a questa crisi finanziaria, chiedendo anche al governo nazionale di fare una donazione. Tuttavia, dal ministero dello Sport è stato confermato che non ci sono soldi per il calcio colombiano poiché si tratta di un business privato ed è per questo che dovranno essere trovati altri modi.
Da qui la proposta dell'organizzazione calcistica, che vedrebbe la destinazione di una quota del 7 percento che i bookmaker darebbero a Dimayor e ai loro club, nel caso in cui la proposta fatta al Presidente della Repubblica fosse accettata. Andando a facilitare notevolmente il lavoro della Federazione.
Tuttavia, la sospensione della maggior parte, se non di tutte le competizioni sportive in tutto il mondo, andrà ad influenzare pesantemente anche tutte le società di scommesse, creando qualche possibile problema anche per i bookmaker, in questa fase straordinaria e puramente emergenziale legata alla pandemia Covid-19. In ogni caso, la soluzione appare ragionevole, al punto che anche in Italia, una proposta analoga è stata avanzata anche dal Coni.
 
LA PROPOSTA DI DIMAYOR AI BOOKIE - "Considerando che le società di scommesse sportive hanno ricevuto autorizzazioni da Coljuegos (il regolatore del gaming in Colombia, Ndr) per operare utilizzando i noti marchi, nomi e immagini dei club, chiediamo rispettosamente la vostra collaborazione e intervento affinché il governo accetti di adottare misure volte ad allocare una percentuale delle entrate ottenute dall'operazione a favore di Dimayor e dei suoi club. A tale scopo, riteniamo essenziale chiarire che il 7 percento destinato alla salute non dovrebbe essere interessato da modifiche; ciò che chiediamo è che questa percentuale sia aumentata e che sia assegnata proporzionalmente a ciascuno degli sport oggetto delle scommesse (nel nostro caso, il calcio professionistico) e che il valore equivalente alle scommesse dall'estero sia assegnato al Ministero dello sport, al fine di essere investito nella promozione della ricreazione e dello sport”.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.