Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Anticipo sovvenzioni, Mipaaf invia contratti: l'analisi degli ippodromi

  • Scritto da Fm

Il ministero delle Politiche agricole invia agli ippodromi i nuovi contratti per l'anticipo della sovvenzione del 40 percento, ecco i commenti dei diretti interessati.


Mentre l'ippica aspetta di conoscere la data per la ripresa delle corse dopo il lockdown, dal ministero delle Politiche agricole arriva la notizia dell'invio agli ippodromi dei nuovi contratti per l'anticipo della sovvenzione del 40 percento. 

L'invio fa seguito alla pubblicazione di un nuovo decreto firmato dal ministro Teresa Bellanova - il n° 4701 del 6 maggio - che sostituisce quello firmato il 10 marzo


Non si fanno attendere i commenti dei gestori degli ippodromi.
A cominciare da Pierluigi D'Angelo, di Ippodromi partenopei: "Abbiamo bisogno di ripartire celermente con le corse!! Il Mipaaf si deve adoperare in tal senso nella maniera più rapida possibile... Sono anni che le procedure di rinnovo sono complesse ma questo non può e non deve inficiare la necessità di riprendere le corse seppur a porte chiuse, senza se e senza ma !! In caso contrario saremmo responsabili della definitiva agonia della filiera ippica nazionale prestigio italiano nel mondo".

Per poi precisare: "Il contratto era arrivato errato nei numeri, al momento senza i successivi passaggi è ancora sulla carta. Tuttavia, già gli anni scorsi abbiamo corso con la stessa difficile situazione, adesso c’è bisogno di senso di responsabilità e di gettare il cuore oltre l’ostacolo!! Bisogna ripartire, il Mipaaf ci deve indicare le procedure essenziali e noi ci faremo carico della attuazione delle stesse!".
 
Elio Pautasso, presidente di Federippodromi sottolinea che "si tratta del quarto invio. Speriamo che sia quello buono e che l'iter giunga presto ad approvazione. Il contratto che abbiamo firmato il 1° aprile non vale, ma quello che abbiamo ricevuto è uguale, sono cambiati solo i numeri di protocollo dei decreti di riferimento".
 
Il presidente del Coordinamento Ippodromi, Attilio D'Alesio, osserva: "Abbiamo ricevuto ieri un nuovo contratto e siamo in attesa di leggere il nuovo decreto n. 4701 del 6 maggio della ministra Bellanova, che ci auguriamo venga reso pubblico molto presto per conoscere nel dettaglio le eventuali novità introdotte. Contestualmente ci auguriamo che il previsto anticipo venga erogato quanto prima, allo scopo di coprire, anche, le grandi spese che gli ippodromi stanno sostenendo per rispettare le necessarie norme sanitarie e di sicurezza, in conseguenza della gravissima pandemia in corso.

Ci auguriamo quindi di poter avere la piena convalida del contratto, prestissimo, e comunque prima della ripresa delle corse dei cavalli, anche a porte chiuse e nel totale rispetto del protocollo sanitario Fase 2 predisposto dal Ministero. Tutti gli ippodromi associati non vedono l’ora di rivedere i cavalli correre in pista".

Share