Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Battistoni (Mipaaf): 'Benessere animale priorità assoluta per noi'

  • Scritto da Redazione

Il sottosegretario al Mipaaf affida ai portato d'interesse il nuovo regolamento per il controllo delle sostanze proibite nei cavalli, tempo fino a settembre per osservazioni.

"Presso gli uffici del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, si è tenuto un incontro con le categorie degli ippici, per esporre le modifiche al nuovo regolamento per il controllo delle sostanze proibite nei cavalli". Inizia così la nota del ministero per le Politiche agricole, alimentari e forestali, che fa seguito all'incontro di stamani, 27 luglio, nel corso del quale a tutti i portatori d'interesse è stata consegnata una copia del nuovo regolamento.

“Le modifiche recepiscono quanto previsto dal Decreto del Ministero della Salute dell’8 febbraio 2019 in materia di tracciabilità dei medicinali veterinari e dei mangimi medicati, e dal Decreto del Ministero della Salute di concerto con il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali del 30 settembre recante gestione e funzionamento dell’anagrafe degli equini", spiega il sottosegretario al Mipaaf Francesco Battistoni. "Il nuovo testo rispecchia i principi di tutela e salvaguardia del benessere animale, che per noi rimane un’assoluta priorità”

Il sottosegretario ricorda l’importanza della “concertazione come strumento per arrivare a soluzioni condivise” e fissa “il termine ultimo per la presentazione delle osservazioni che sarà il 15 settembre. Entro quella data" conclude, "gli stakeholder dovranno far pervenire eventuali considerazioni per arrivare, poi, all’approvazione del decreto finale. Ringrazio gli uffici del Mipaaf, che da tempo lavorano a questo testo con molta attenzione”.

GLI OBBLIGHI DELLE SOCIETA' DI CORSE - Di particolare interesse per le società di corse è l'articolo 8, che definisce i loro obblighi. Esso prevede che quelle che organizzano riunioni riconosciute e autorizzate sono tenute "a vietare l'ingresso nelle scuderie a cavalli non accompagnati dal documento di identificazione (passaporto) e dalla certificazioni  sanitarie previste dalla normativa". Inoltre, sono tenute a "predisporre recinti per l'isolamento dei cavalli, nonché adeguate strutture per il prelievo e la conservazione dei campioni, delle quali deve essere assicurata idonea sorveglianza mediante personale fornito dalle società medesimo". Infine, le società di corse devono "avere a disposizione un'ambulanza veterinaria e farmaci di pronto soccorso".

 

Share