Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Coronavirus, Adm: 'Slot, sospesa base imponibile forfetaria del Preu'

  • Scritto da Redazione

Di fronte alle misure disposte dal Governo per contenere il Coronavirus e alle ricadute sul gioco i Monopoli accolgono richieste degli operatori su Preu, smart card e titoli autorizzatori.


Sospensione della base imponibile forfetaria del Preu, blocco della decadenza dei titoli autorizzatori, consegna differita delle smart card e dei titoli autorizzatori.

Sono le disposizioni appena diffuse dall'Agenzia delle dogane e dei monopoli "visto il considerevole numero di esercizi e di apparecchi da gioco" interessati dai decreti del Governo in relazione al contenimento del Coronavirus, con la chiusura obbligata delle sale dedicate fino al 3 aprile, a cui ora si è aggiunta anche quella dei bar.

A causa dell'impossibilità della raccolta del gioco tramite apparecchi, sono adottate le seguenti direttive, che, in alcuni punti, accolgono quelle avanzate dagli operatori nei giorni scorsi.

SOSPENSIONE BASE IMPONIBILE FORFETARIA DEL PREU - Dall'8 marzo al 3 aprile compresi "è sospesa la matuazione della base imponibile forfetaria del Preu" sulle slot installate presso gli esercizi pubblici "la cui attività è sospesa ai sensi delle norme in oggetto". Tale sospensione è valida "fino alla trasmissione, da parte dei concessionari di rete, entro il termine ultimo del 30 aprile 2020, di una valida lettura del contatore (in ogni caso non successiva alla data del 30 aprile 2020 stesso).
 
BLOCCO DEI TITOLI AUTORIZZATORI - Il periodo 8 marzo - 3 aprile 2020 non sarà computato ai fini della decadenza del titolo autorizzatorio per tutte le slot presenti sul territorio nazionale. Tale periodo per gli apparecchi ubicati decorre dal 21 febbraio al 3 aprile. Ne deriva che a partire dal 4 aprile ricomincerà a decorrere il conteggio dei giorni di mancato funzionamento ai fini della decadenza.
 
RESTITUZIONE SMART CARD E TITOLI AUTORIZZATORI - Da ultimo "si reputa opportuno intervenire sulla procedura straordinaria per riduzione del pay out introdotta con nota del 29 gennaio 2019, ad oggi vigente, che, come noto, consente la presentazione delle richieste di modifica/sostituzione degli apparecchi di intrattenimento anche in caso di temporanea materiale indisponibilità del dispositivo di controllo (smart card) e dei titoli autorizzatori relativi a ciascun apparecchio. 
Salve e impregiudicate le restanti disposizioni contenute nella nota citata, per tutte le istanze effettuate dal 25 febbraio al 3 aprile è ammessa la consegna differita del dispositivo e dei suddetti titoli, da effettuarsi improrogabilmente entro 180 giorni solari a decorrere dalla data di presentazione dell'istanza di modifica/sostituzione", si legge ancora nel documento diramato da Adm.
Tali disposizioni potranno essere oggetto di proroga "in caso di ulteriore evoluzione della situazione emergenziale che preveda il prolungamento o il rafforzamento delle misure previste dal Dpcm".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.