Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Stop al gioco in Lombardia, Tar anticipa trattazione ricorso al 3 novembre

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il Tar Lombardia ha accolto la richiesta di anticipare al 3 novembre la discussione del ricorso contro lo stop al gioco in Lombardia.

Il Tar Lombardia ha accolto la richiesta di "abbreviazione dei termini", dal 17 novembre al 3 novembre prossimo, della trattazione collegiale del ricorso contro l’ordinanza della Giunta con la quale si sospende l'attività, fino al 13 novembre, di sale giochi, sale scommesse e sale bingo, così come alle slot nei pubblici esercizi.

L’iniziale data del 17 novembre era stata stabilita nell’ordinanza pubblicata ieri, 21 ottobre, nel decreto del Tar sul ricorso contro la Regione Lombardia per l’annullamento dell’ordinanza del Presidente della Giunta regionale del 16 ottobre 2020 avente ad oggetto “Ulteriori misure per la prevenzione e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19, ma con un nuovo decreto si è ritenuto che "non sussistono i presupposti di estrema gravità ed urgenza, anche tenuto conto del prevalente interesse pubblico alla tutela della salute dei cittadini, nella peculiare situazione di emergenza sanitaria sopravvenuta nella Regione Lombardia, tali da non consentire la dilazione della trattazione della domanda cautelare alla prima c.c. utile" e di "accogliere l’istanza di abbreviazione termini, nella misura massima della metà, contenuta nei motivi aggiunti, riducendo proporzionalmente i termini per le difese della fase cautelare".

Share