Logo

Trga Bolzano: 'Ricorsi gioco, rinvio al 2021 in attesa CdS su revocazione'

Rinvio al 15 dicembre 2021 per ricorso contro decadenza raccolta del gioco in attesa della pronuncia del Consiglio di Stato su effetto espulsivo del distanziometro provinciale di Bolzano.

"La definizione dei ricorsi per la revocazione della sentenza n. 1618/19 del Consiglio di Stato ha portata dirimente per la decisione del presente gravame".

Lo ricorda il Tribunale regionale di giustizia amministrativa di Bolzano nell'ordinanza con cui rinvia all’udienza pubblica del 15 dicembre 2021 la discussione del merito del ricorso presentato da una società contro Comune e Provincia autonoma di Bolzano per l'annullamento della pronuncia di decadenza dell'autorizzazione alla raccolta del gioco lecito presso alcuni locali ubicati nel capoluogo altoatesini.

Troppo vicini ad un istituto salesiano, ad una distanza inferiore a quella di 300 metri prevista dalla normativa provinciale.

All'udienza dell'11 novembre, ricordano i giudici amministrativi, "nessuno dei difensori ha depositato istanza di discussione orale della causa mediante collegamento da remoto in videoconferenza ai sensi dell’articolo 25, comma 2, del decreto-legge 28.10.2020, n. 137, per cui la discussione non ha avuto luogo".

Parte ricorrente il 6 ottobre aveva depositato istanza di rinvio.
 
La revocazione a cui si fa riferimento è quella relativa al processo in cui il Consiglio di Stato avrebbe dovuto pronunciarsi sulla decadenza delle autorizzazioni per alcune sale gioco della provincia di Bolzano dopo la sentenza con cui l'11 marzo 2019 aveva negato l'effetto espulsivo della normativa vigente.
A maggio 2020 si sarebbe dovuta tenere l'udienza di merito ma il Collegio del Consiglio di Stato aveva dichiarato l’interruzione del processo per il decesso del titolare di una delle sale ricorrenti, stabilendo complessivi 120 giorni di tempo per chiedere la riassunzione, termine dopo il quale il tribunale doveva provvedere a fissare una nuova udienza di merito.

 
© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.