Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Fried (Btobet): 'Gioco online sempre più legato all'intrattenimento'

  • Scritto da Sm
  • Published in Generale

Il presidente di BtoBet, Alessandro Fried, traccia gli scenari futuri del gioco online, mercato italiano danneggiato dal decreto Dignità e da poca innovazione.

 


Amsterdam - "Il settore del gioco online sta andando verso una nuova direzione, dove il ruolo dell'intelligenza artificiale è incisivo. Gli algoritmi possono aiutare l'operatore a rendere il gioco più appetibile, puntando sempre più sull'elemento dell'intrattenimento. In generale il mondo dell'entertainment si sposta sempre più sui dispositivi mobile, sulla smart Tv utilizzando la voce al posto del touch screen e sugli smart speaker. Quindi anche il mondo dello sport si va adeguando a questa evoluzione tecnologica, puntando su una interfaccia attraverso cui si può interagire e scommettere. Con un semplice comando posso piazzare cosi una giocata il tutto in modo sempre più smart e regolato. Il fatto che poi gli Usa abbiano aperto al mercato del Betting porterà realtà che
hanno una altissima competenza tecnologica ad entrare nel settore".

Parola del presidente di BtoBet, Alessandro Fried, intervistato da Gioconews.it a margine dell'Igb live, in corso ad Amsterdam fino a oggi, 20 luglio.

Per quanto riguarda le limitazioni alla pubblicità del gioco volute dal Governo, Fried sottolinea: "Il problema principale è per gli operatori online, che non possono promuovere un servizio. Si spingerà di più il mondo del retail, senza considerare che l'online è molto più tracciato e controllato. Inoltre il  divieto delle sponsorizzazioni non è un deterrente al Gap e tanto meno all'illegalità.
Uno dei più grandi problemi è il concetto di gioco responsabile.
L'online può dare la possibilità, attraverso la tecnologia, di limitare comportamenti patologici perché acquisisce informazioni sul giocatore e sul suo atteggiamento. Nel retail questo è più complicato. Il Governo però non sta controllando il gioco con queste azioni restrittive, ma sta limitando il gioco via  web. Il mercato italiano sta diventando meno appetibile perché spinge poco sull'innovazione".
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.