Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Egba: 'Commissione Ue riveda le linee guida sul gioco online'

  • Scritto da Amr
  • Published in Generale

L'European Gaming and Betting Association chiede alla Commissione europea di rivedere le sue linee guida sulla tutela dei giocatori online.

 

Le linee guida della Commissione europea sulla tutela dei consumatori dal gioco d’azzardo online non sono riuscite a raggiungere il loro obiettivo principale e dovrebbero essere sostituite da nuovi tentativi di armonizzazione. Lo afferma l'European Gaming and Betting Association (Egba), che ricorda che la raccomandazione della Commissione 2014/478/Eu è stata concepita per stabilire sandard minimi di protezione dei consumatori in Europa. Tuttavia, i diversi interessi nazionali e la natura volontaria della raccomandazione non sono in grado di raggiungere, secondo l’Egba, il loro obiettivo primario. Per questo motivo l’Egba, assieme alla ricercatrice Margaret Carran, ha chiesto, in occasione di un evento che si è tenuto oggi 17 dicembre al Parlamento europeo, di rivedere la raccomandazione.

Il gruppo ha dichiarato di voler incoraggiare un "alto livello di protezione dei consumatori" in tutta Europa e vedere le autorità nazionali del gioco d'azzardo dotate di un "quadro di cooperazione coerente", cosa che ritiene che la raccomandazione della Commissione non sia riuscita a raggiungere. Altri scopi includono la conformità dei regolamenti nazionali sul gioco d'azzardo con la legislazione europea "pienamente applicata" gli operatori online regolamentati per essere in grado di offrire i loro servizi "senza indebiti oneri amministrativi".

LE PROCEDURE DI INFRAZIONE - Nel dicembre 2017 la Commissione europea ha annunciato in modo, a giudizio dell'Egba, controverso che stava abbandonando tutte le procedure di infrazione nel settore del gioco online, lasciando ai tribunali nazionali le decisioni chiave in merito al rispetto della normativa dell'Ue.
A partire da ora, l'Egba chiede alla commissione di rivedere "urgentemente" l'attuazione della sua raccomandazione, secondo un manifesto intitolato "Un quadro dell'UE per il gioco d'azzardo online 2.0".

"Se pensiamo che [la Commissione europea] volesse raggiungere l'armonizzazione, la raccomandazione non lo ha fatto. Le normative da Stato a Stato sono estremamente divergenti. Anche se la regolamentazione sembra essere simile, in dettaglio sono ancora molto diverse ", ha detto Carran.
Ha aggiunto che sebbene la raccomandazione abbia prodotto alcuni risultati positivi, non ha avuto successo nei suoi "nudges" per incoraggiare gli Stati membri a farla rispettare.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.