Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

DT9 Affiliations: il nuovo marketing del gaming passa per le affiliazioni

  • Scritto da Vincenzo Giacometti
  • Published in Generale

In un mercato fortemente condizionato dalle restrizioni normative come quello del gaming online, emergono nuovi sistemi di marketing che sfruttano le affiliazioni e le agenzie.

 

All'indomani dell'entrata in vigore del divieto di pubblicità disposto dal decreto Dignità, una cosa sola è certa per gli operatori del gioco online: niente sarà più come prima. E, di fatto, non lo è già oggi, a pochi mesi di distanza dall'interruzione totale di tutte le campagne marketing, una volta che si è esaurito anche il termine di transizione previsto dal legislatore per le sponsorship già in corso alla data di entrata in vigore della norma. Uno scenario nuovo e (diciamolo pure) decisamente insolito anche a livello internazionale visto che una situazione di questo tipo non si era ancora mai verificata in nessun altro mercato. Creando non pochi grattacapi alle società di gioco, che da mesi si scervellano per trovare soluzioni valide ed efficaci per le proprie attività di marketing, pur rimanendo all'interno del perimetro definito dalla legge.

O, meglio, entro i confini dettati dall'Autorità garante delle comunicazioni (Agcom) attraverso la pubblicazione delle Linee guida che hanno avuto il merito di dettare alcune indicazioni generali a cui attenersi. Pur non risolvendo completamente il problema e lasciando ancora aperti molti interrogativi. In questo scenario di incertezza, tuttavia, ci sono degli aspetti che appaiono comunque fin troppo chiari: come l'importanza delle reti di affiliazioni che oggi più che mai assumono un ruolo ancora più strategico. Come emerso chiaramente dalla recente fiera Sigma di Malta dove la materia è stata esplorata in maniera più che approfondita, con gli esperti che convergono tutti sull'idea che, alla luce del divieto e delle indicazioni dell'autorità, l'affiliazione rimane una delle pochissime possibilità in mano agli addetti ai lavori. Per questo gli operatori devono attrezzarsi al meglio per sfruttare questa opportunità, come in parte stanno già facendo.
A ricavarsi un ruolo più che significativo sul mercato tricolore, in questa fase resa ancora più complessa dagli “sviluppi” (si fa per dire) normativi, è DT9 Affiliations: società specializzata in questo tipo di attività che ha da sempre potuto contare su delle reti e una strategia di affiliazioni specifica, che diventa oggi strategica alla luce delle restrizioni legislative. Potendo contare su un vero e proprio “esercito” di piccoli affiliati in grado di coinvolgere i giocatori, anche senza dover ricorrere agli strumenti pubblicitari. “Quello che abbiamo fatto, ormai diversi anni fa, è stato creare una società specializzata nelle affiliazioni puramente focalizzate sui mercati regolati, Italia in testa, proponendo un nuovo modello basato su un diverso approccio più orientato al giocatore”, spiega Danilo Di Tota, amministratore delegato della società, che dopo un lungo trascorso nel mondo dello sport e dei media, sembra aver trovato la chiave di successo per conquistare i giocatori, riuscendo a portarli nelle reti degli operatori italiani. In maniera anche molto semplice, a quanto pare: “Il segreto è nell'adozione di tecniche di marketing e sistemi di fidelizzazione analoghi a quelli impiegati dalle grandi società sportive per creare e gestire le community di tifosi. Un approccio vincente anche nel gaming”, aggiunge.
Non a caso, Dt9 sta producendo risultati sorprendenti che la stanno legando sempre più ai maggiori player attivi sul mercato italiano dell'online. Diventando oggi ancora più strategica alla luce del divieto di pubblicità. “Dopo l’entrata in vigore del decreto Dignità abbiamo creato e adottato un nuovo modello di affiliazione che applichiamo ormai da mesi e che sta dando ottimi risultati. Abbiamo basato tutto sulla creazione di un network di soggetti specializzati e qualificati che creano relazioni con il pubblico. Interagendo attraverso insociale network e le varie piattaforme di networking e attraverso il ricorso al marketing ‘multi livel’, che permette diverse forme di interazione”, spiega Francesco Maddalena, responsabile commerciale di Dt9 Affiliations, che gestisce i rapporti con gli operatori e con le reti. E ora il prossimo passo è quello di rafforzare il fronte online, in perfetta compliance con le regole dettate da Agcom, lanciando una serie di siti web dedicati alla comparazione delle quote e dei bonus dei bookmaker, per la comparazione dei bonus di poker e per quelli dei casinò games. Un nuovo fronte per rafforzare e incrementare ulteriormente le attività e garantire ai concessionari italiani un contatto continuo con il popolo dei giocatori.
 
(L'articolo è un estratto della versione completa pubblicata sulla rivista Gioco News di dicembre 2019, disponibile anche in versione digitale cliccando qui)
 
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.