Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Covid-19, Catania (Kindred Group): 'Garantire tutela dei giocatori'

  • Scritto da Redazione
  • Published in Generale

Maris Catania (Kindred Group) analizza i comportamenti dei giocatori durante la quarantena per Covid-19 e illustra le strategie dell'operatore online per garantire la loro tutela.

"In Kindred ci concentriamo molto sul fatto che il gioco d'azzardo sia gioioso e pertanto raccomandiamo che i nostri clienti utilizzino la gamma di strumenti di controllo collaudati disponibili sui nostri siti di gioco. Informiamo i clienti su questi strumenti e l'importanza di conoscere i loro limiti su tutti i nostri canali, incluse le nostre sponsorizzazioni e ambasciatori. Nel Regno Unito abbiamo lanciato la campagna #KnowYourLimits insieme al calciatore Wayne Rooney, attraverso il nostro marchio 32Red".

Lo evidenzia Maris Catania, Head of responsible gaming and research per l'operatore di gioco online Kindred Group, in un'intervista pubblicata sul portale del gruppo e relativa ai comportamenti dei giocatori durante la quarantena per Covid-19 e a come garantire che continuino a divertirsi giocando in modo sicuro e sostenibile.


Diplomata in consulenza e psicologia sulle dipendenze da gioco d'azzardo e impegnata nel completamento di un dottorato di ricerca focalizzato sull'analisi dei primi segni del problema del gioco online, strumenti di gioco responsabile e promozione del gioco responsabile, Catania offre una prima disamina della situazione.
"La maggior parte delle persone nel panico ha acquistato cibo e risorse mediche. Pertanto, le persone hanno speso più soldi per correre meno rischi a causa dell'incertezza che potrebbe essere presente.
Ciò che abbiamo visto attraverso il nostro sistema di monitoraggio Ps-Eds è che sono state rilevate meno persone giocare in modo problematico, mentre ci saremmo aspettati il contrario. Ci possono essere molte ragioni per questo, ed è ancora troppo presto per trarre conclusioni chiare, ma le persone potrebbero risparmiare di più per quei tempi duri che potrebbero diventare più una realtà a causa di questa ansia causata dalla situazione attuale", evidenzia, rimarcando che quindi "le persone spenderanno più soldi in risorse piuttosto che in intrattenimento".
 
 
Quanto ai giocatori problematici, Catania afferma sono più a rischio le persone che sono da sole durante questo periodo. "Questo è anche il motivo per cui miglioriamo i nostri messaggi Rg attraverso i nostri siti di gioco d'azzardo con una campagna di informazione a livello di gruppo ai clienti la prossima settimana ricordando loro di mantenere il controllo e utilizzare i nostri strumenti di gioco responsabile (Rg, Ndr)".
Quindi, "se le persone hanno ansia a causa dell'attuale situazione del Covid-19 e giocano per intorpidire il dolore, allora è un problema. Se le persone giocano d'azzardo perché vogliono ottenere denaro perché hanno paura di esaurirlo, allora è un problema. Se il gioco d'azzardo è fatto per qualsiasi motivo diverso dall'intrattenimento, allora è un problema".
 
 
C'è un certo tipo di prodotto su cui le persone tendono a scommettere in situazioni come questa?
"Non penso che il gioco problematico o il giocare per ottenere l'evasione dalla realtà possa essere individuato in un tipo di gioco d'azzardo perché sarebbe troppo ingenuo. Naturalmente, se si vuole ottenere una sensazione anestetizzante perché si è preoccupato, si potrebbe ricorrere al gioco d'azzardo dove non sono richieste abilità o pensieri come il casinò, ma lo stesso sarebbe che se ci si senti annoiato, si potrebbe giocare a poker perchè ci si vuole mettere alla prova e coinvolgere un po' di pensiero", dice ancora l'Head of responsible gaming and research di Kindred Group.
 
 
Per poi dare un consiglio agli operatori di gioco. "Tutti devono integrare saldamente le strategie di gioco responsabile nel proprio modello di business. L'attuale situazione Covid-19 in cui ci troviamo non è uno scenario che richiede un'attenzione particolare al gioco responsabile. Dovrebbe sempre essere all'ordine del giorno in cui un approccio proattivo ai clienti attraverso messaggi in loco, offrendo strumenti pertinenti e conducendo chiamate e interventi, quando necessario, sono azioni per garantire il benessere dei nostri clienti. Una rapida vincita non è una vittoria per nessuno, né per il cliente né per noi come operatore".

Come facciamo a sapere che è così?
"Siamo una società digitale al 100 percento che raccoglie una grande quantità di dati relativi al comportamento di gioco dei nostri clienti. Questi dati ci consentono di offrire ai clienti la migliore e più sicura esperienza di gioco. Assicura inoltre che possiamo intervenire rapidamente quando vediamo un cambiamento nel comportamento. Questi dati, in forma anonima, sono condivisi con i principali ricercatori di tutto il mondo che ci aiutano a sviluppare metodi, strumenti e approfondimenti applicati sulla nostra piattaforma".
 
Share