Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Piemonte, governatore Cirio: 'Ritirato l'emendamento sul gioco'

  • Scritto da Fm

Indiscrezioni confermate, la Giunta del Piemonte ritira emendamento al Ddl Omnibus sul gioco. L'obiettivo è puntare all'approvazione della nuova legge.

Al consiglio regionale del Piemonte, pace fatta fra maggioranza e opposizione a proposito dell'emendamento al Ddl Omnibus per la modifica della legge sul gioco presentato dagli assessori di Lega e Forza Italia.

Come anticipato da Gioconews.it, l'emendamento che intendeva eliminare la retroattività della normativa, è stato ritirato nel corso dei lavori del Consiglio di oggi, 26 giugno.

A sancirlo lo stesso governatore del Piemonte, Alberto Cirio, che durante il dibattito in Aula ha però ribadito l'intenzione di riformare la legge vigente - come peraltro "promesso" in campagna elettorale - e di inserire il tema all'ordine del giorno delle commissioni nei prossimi giorni, ribadendo la "necessità di un progetto di legge specifico". Appena presentato dal consigliere leghista Claudio Leone e comprendente l'abrogazione della legge del 2016 e la tutela degli esercizi già autorizzati prima della sua entrata in vigore. 
 
La decisione ovviamente è stata accolta con soddisfazione dai consiglieri di minoranza.
Il presidente del Pd Raffaele Gallo ha spiegato: “Ci siamo confrontati, ma abbiamo vissuto una brutta pagina. Mi auguro che d’ora in poi si possa lavorare in modo normale, portando i provvedimenti in Commissione e facendo fare a ciascun partito la sua parte. Bene il ritiro degli emendamenti, bene l’avvio di un confronto in Commissione, sia sul tema del gioco, sia sul tema dell’attività venatoria. Il confronto sarà serrato, ma è così che deve essere”.
Positivo anche il commento di Marco Grimaldi (Luv) "felice che venga evitata la sanatoria sulla legge contro le ludopatie" mentre Giorgio Bertola (M5S) ha ringraziato “Cirio e Marrone per l’opera di dialogo. È doveroso rendere pubblico quanto avvenuto nei colloqui di questi giorni. Il nostro compito come consiglieri di opposizione, oltre al controllo, è anche quello di portare qualcosa del nostro programma o quantomeno di riduzione di ciò che noi riteniamo negativo".
Per Paolo Bongioanni di Fratelli d'Italia "ha vinto il dialogo di un nuovo metodo di lavoro. È stato ritirato un emendamento importante ma la riforma della legge sulla ludopatia farà un percorso differente in commissione".
 
In virtù di questa "pax" fra maggioranza e opposizione, gli oltre 5.700 emendamenti presentati dalle opposizioni dovrebbero essere man mano ritirati o si converrà una votazione rapida. In ogni caso, il Consiglio resta convocato martedì 30 giugno (solo pomeriggio), mercoledì e giovedì sino alle 20 e si ritiene che la votazione finale slitterà comunque alla settimana ancora successiva.
 
Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.