Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Novelli (Fi): 'Gioco, Stato prenda in mano la situazione'

  • Scritto da Anna Maria Rengo

Il deputato di Forza Italia Roberto Novelli sottolinea l'importanza di una regolamentazione omogenea del gioco legale.

"Il gioco non è il demonio" e "le procedure legislative hanno portato all'attuale quadro, composto da 300 concessionari". Lo ricorda il deputato di Forza Italia Roberto Novelli, nel prendere la parola al digital event promosso da Formiche.it "Il gioco buono - Il punto di vista degli enti locali", in collaborazione con International Game Technology (Igt), terzo appuntamento di un percorso avviato con l’osservatorio sul gioco di Swg che, dal 2020, approfondisce i principali temi del settore.

Un quadro composto da "un gioco legale sano dove i cittadini, a seconda della loro capacità, si divertono, ma rischiano anche di cadere nell'aspetto patologico, se non si danno dare la giuste risposte in materia di prevenzione e cura e questo è un aspetto che si somma a quanto si è manifestato durante il lockdown con l'aumento del gioco illegale".

Secondo Novelli "lo Stato deve prendere in mano la situazione e fare un testo unico per regolare in modo omogeneo il gioco legale, sennò il giocatore patologico che non trova risposte nel luogo A si sposta nel luogo B".
Quanto al gioco online, "è più difficile da regolamentare, ma in via generale la cosa migliore è fare una campagna di formazione ed educazione che possa insegnare i rischi reali anche nelle fasce di età a maggiore apprendimento. Inoltre, gli enti locali non possono essere lasciati soli nella presa in carico della cura. La patologia non esiste ma non dimentichiamoci dei 150mila lavoratori del settore".

 

Share