Logo

I concessionari italiani ribadiscono infondatezza del ricorso e la carenza di interesse

Roma – Bisognerà attendere il 5 febbraio 2014 per sapere come andrà a finire il contenzioso tra il bookmaker di Liverpool Stanleybet e il sistema concessorio italiano dopo il nuovo rinvio di questa mattina disposto dal Tar del Lazio. Per i concessionari del betting tricolore (e, in particolare, dalle società che di oppongono al ricorso di Stanley, ovvero, Lottomatica, Sisal Match Point, Snai e Intralot), tuttavia, la richiesta sarebbe infondata. Come spiega a GiocoNews.it il legale Giorgio Fraccastoro, difensore di Lottomatica nel procedimento: “Ribadiamo la nostra posizione sulla totale infondatezza di questo ricorso e sul fatto che ormai c'è una evidente sopravvenuta carenza di interesse data l'evoluzione della situazione del comparto delle scommesse. Se la richiesta si palesava già infondata all'epoca – aggiunge - oggi risulta ancor più inutile parlarne con l'avvenuta aggiudicazione delle nuove concessioni”.

© Copyright 2017 GiocoNews.it powered by GNMedia s.r.l. P.iva 01419700552. Tutti i diritti riservati.

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.