Il gioco con vincita è vietato ai minori di 18 anni e può causare dipendenza. Consulta probabilità di vincita su www.aams.gov.it
Log in

Eag International Expo 2020, a Londra l'amusement tra Brexit e spinte innovative

  • Scritto da Michela Carboni

All'Eag di Londra, oggi e domani 14 e 15 gennaio, occhi puntati su amusement e esport: tematiche affrontate nei convegni organizzati da Gioconews.it.

Il mondo del gioco di puro intrattenimento si dà appuntamento come ogni anno all'Eag International Expo 2020, l'evento che prende vita oggi, martedì 14 gennaio, in programma fino a giovedì 16, all'ExCeL di Londra.

Quali sono le novità e le principali caratteristiche di questo evento dedicato al mondo del divertimento?
Lo abbiamo chiesto al presidente della kermesse, Martin Burlin, il quale afferma: “Oltre a una esposizione che presenta i prodotti più recenti di oltre 200 produttori e oltre a lanci esclusivi, c'è un programma di seminari oltre a una serie di eventi social. Questi ultimi includono 'After Hours at Eag', 'The Veterans Lunch' e la cena Bacta Eag”.
 
Quali sono i principali argomenti che verranno affrontati?
“I temi forti riguardano tutti i tipi di tecnologia immersiva nell'intrattenimento domestico, i sistemi di pagamento senza contanti e la responsabilità sociale”.
 
Quali sono i Paesi più rappresentativi all'evento?
“Regno Unito, Irlanda, Italia, Spagna, Francia, Belgio, Paesi Bassi e Scandinavia”.
 
Secondo lei, perché chi si occupa di gioco ha l'interesse a partecipare al vostro evento?
“I partecipanti possono vedere le ultime versioni delle macchine da gioco e una varietà di altri prodotti e sistemi che sono rilevanti per i mercati globali. Lo spettacolo presenta gli ultimi contenuti di gioco, gestione della liquidità, sistemi di pagamento senza contanti e software di gestione aziendale, compresi i sistemi che aiutano a giocare in modo responsabile”.
 
Come sono organizzate le conferenze e chi partecipa?
“Le sessioni sono organizzate internamente, ad eccezione della giornata dei seminari 'Immersive Entertainment', organizzata da Kevin Williams dei consulenti Kwp”.
 
Qual è lo stato di salute dell'amusement nel Regno Unito?
“È abbastanza buono, principalmente per la crescente tendenza ad andare in vacanza all'interno del Regno Unito (Staycation) e le redemption stanno andando bene”.
 
Quali sono le difficoltà che affronta questo settore?
“Probabilmente la principale difficoltà riguarda le incertezze causate dalla Brexit. È difficile per le aziende pianificare in modo strategico in questo ambiente”.
 
Come viene percepito il mercato dell'Amusement italiano all'estero?
“C'è molta preoccupazione nei confronti dei nostri colleghi italiani per la situazione delle redemption. Attraverso organismi come Bacta ed Euromat desideriamo aiutare il settore. Temiamo che alcuni dei problemi riscontrati in Italia potrebbero estendersi ad altri mercati, se il caso delle redemption non venisse chiarito”.
 
Jon Cortinas, direttore delle vendite di Event Express, aggiunge: "Siamo lieti di collaborare con Eag Expo e di sostenere l'espansione dello spettacolo”.
 
EVENTI IN PROGRAMMA - Grazie all'accordo tra la società di consulenza Kwp e Eag International, i visitatori della kermesse londinese hanno un'emozionante opportunità di aprire il nuovo anno con un'intera giornata di seminari, affrontando le ultime tendenze dell'intrattenimento fuori casa.
 
Infatti, oggi martedì 14 gennaio, il programma si concentra sull'impatto delle nuove tecnologie nei settori dei divertimenti e delle attrazioni.
 
Kevin Williams di Kwp spiega: "Per troppo tempo c'è stata una concentrazione sulla tecnologia a spese della sua applicazione al mondo dell'intrattenimento. Abbiamo messo insieme un cast stellare di relatori nei diversi seminari e questi sono i soggetti che stanno già promuovendo l'adozione di queste tecnologie da parte degli operatori dell'amusement”, assicura.
 
La prima sessione, intitolata "Bringing Arena-Scale Vr To The Capital", è ospitata da John Lilley di MeetSpaceVr. Lilley è pronto a condividere l'esperienza di MeetSpace Vr nel gestire stazioni di eSport e realtà virtuale in roaming e arcade.
 
Lo sviluppatore della piattaforma multimediale Hologate è stato un grande sostenitore di Eag International, sia come espositore che durante le sessioni del seminario. In un settore relativamente giovane, il Ceo e fondatore Leif Petersen ha acquisito un notevole livello di esperienza nella creazione di contenuti per esperienze multiutente virtuali permanenti e basate su eventi, in ambienti diversi come sale giochi ed esport. Leif presenta, dunque, la sessione Hologate-Defining Immersive Entertainment.
 
Paul Collimore di Spree presenta, infatti, Defining younger immersive play.
 
Già apprezzato collaboratore di Eag, il Ceo di Immotion Group Martin Higginson ospita, così, la sessione intitolata "Immersive deployment for the Fec". Immotion ha sviluppato molte zone di intrattenimento Vr nei luoghi più importanti, tra cui The O2 e Legoland e ha introdotto alcuni modelli di business pionieristici.
 
L'ITALIA AL CENTRO DELL'AMUSEMENT E DI EAG - L'Italia continua a far parlare di sé nel mondo del gioco e, in particolare, nel settore dell'amusement. Nel bene e nel male. Anzi, soprattutto nel male, verrebbe da dire. Per via delle restrizioni sul settore e, in particolare, nei confronti delle ticket redemption, adottate a livello regionale, che hanno già tenuto banco all'interno della fiera Eag del 2019, con un dibattito sul tema organizzato da questa testata, che aveva destato l'attenzione generale, al punto da essere ripetuto anche quest'anno. Stavolta però abbiamo voluto dare anche un tocco di slancio portando una ventata di ottimismo per l'Italia e per l'industria globale esplorando anche le nuove opportunità che nascono nel settore grazie alla connessione con il fenomeno degli esports. Con due convegni in due giorni che promettono di animare la fiera e scatenare il dibattito.
 
CONVEGNO DI GIOCONEWS SU ESPORT E GAMING RETAIL - Oggi, martedì 14 gennaio alle 15 è in programma il convegno dal titolo "Videogiochi competitivi in un mercato competitivo". Con questa occasione, vengono approfonditi i possibili legami tra esport e amusement e quali le opportunità di business. Inoltre, sono chiamati in causa alcuni interrogativi: come si legano le competizioni di videogame al mondo delle sale giochi e dei Fec? Come può cambiare lo scenario con la diffusione di realtà virtuale e realtà aumentata nel retail gaming? GiocoNews.it ne parla con i principali esperti a livello internazionale, con il supporto della testata specializzata eSportsMag.it. Gli speakers sono Alessio Crisantemi, direttore GiocoNews.it; Jan Goetgeluk, fondatore e amministratore delegato Virtuix; Robert-M. Fankhänel, Chief Operating Officer and Co-Founder Hologate; Giovanni Antonioli Fantini, amministratore delegato Sandbox Games; modera Ian Donegan, capo reporter a InterGame & InterFun.
 
CONVEGNO DI GIOCONEWS SUL SETTORE DELL'AMUSEMENT - Domani, mercoledì 15 gennaio alle 12, invece, l'attenzione si sposta sull'amusement. Il convegno che promuove GiocoNews.it è intitolato “Ticket redemption: in gioco c’è il futuro”.
 
Il futuro del comparto dell’intrattenimento è tutt’altro che divertente. In Italia e non solo. Colpa di legislatori poco attenti, politici populisti e visioni miopi. Cosa può fare l’industria per scongiurare la crisi del settore? Dopo il convegno di Eag Expo 2019, dall’Italia un nuovo messaggio di allarme (e una richiesta di aiuto) verso l’Europa e il resto del mondo per salvare le ticket redemption e l’industria dell’intrattenimento.
 
Intervengono Jason Frost, presidente Euromat; Paolo Dalla Pria, presidente Sapar Service; Vanni Ferro, presidente New Asgi Italia; avvocato Cino Benelli, esperto di gaming e amusement; modera David Snook, editorialista di InterGame.

 

Share

I cookie ci aiutano a fornire i nostri servizi. Utilizzando tali servizi, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra.